Il Cardinale Bagnasco ci propone la sua ideologia sulla famiglia e sui sessi

L’ Articolo del Cardinale Bagnasco apparso sul Fatto Quotidiano e anche sul Giornale che di sotto riporto mi stimola ad un commento.

Genitori:”Difendete i figli dalla ideologia dei gender”

Purtroppo molti nella chiesa e nel clero sembrano conoscere solo la PATERNITA’ IDEALE predicano la santità senza capire che è proprio dalla santità (dedizione assoluta,sacrificio di sé) che nascono i Kamikaze e dal voto di castità che possono nascere i pedofili.
Il padre o la madre biologici che si trovano un figlio OMOSESSUALE cosa possono fare se non amarlo per quello che è, e cercare di venire a patti con la  loro PATERNITA’ o MATERNITA’ ideale con quel figlio IDEALE/IMMAGINARIO che custodivano dentro di sé, quel figlio che è diventato forse un architetto invece di fare medicina o un prete invece di diventare un ingegnere, che sposa un uomo invece di una donna e viceversa.
Il Cardinale Bagnasco non verrà mai a patti con l’ UMANITA’ in sé e per sé, ma rimane sempre a perseguire un IMMAGINE dell’uomo e non ACCETTA l’uomo in carne ed ossa.
I sacerdoti cattolici non possono sposarsi e avere una famiglia, quella famiglia che con le parole cercano in tutti i modi di proteggere, ma dalla quale nei fatti amano starsene ben lontani, dediti al meno difficile ruolo di consiglieri se non di moralizzatori.
Essi lasciano volentieri ai poveri mortali il compito gravoso e difficile di un padre e di una madre biologici che vivono sulla loro carne il conflitto fra il desiderio di un IDEALE e l’ACCETTAZIONE della realtà.
Il loro comportamento contraddice uno dei fondamentali principi EDUCATIVI l’esempio.
I genitori trasmettono con il loro comportamento non con la morale i valori di una saggia e amorevole umanità.
Mi sorge alla mente anche un’altro interrogativo come mai i nostri grandi intellettuali e professori del mondo PSY sembrano fare un silenzio stampa sulle parole del cardinale Bagnasco, mentre quando c’è magari il caso di una povera donna per di più omicida ( vedasi mio articolo precedente Novelle Medea e Recalcati) si affrettano con grande sicurezza a fare queste affermazioni sulla di lei MATERNITÀ “La volontà narcisistica di avere un figlio ideale, perfetto, coincidente con il figlio immaginato, non può accettare il limite costituito dall’esistenza reale del figlio. L’amore materno che è sempre amore per il figlio nella sua particolarità anche più difettosa, lascia in questi casi il posto ad una sua trasfigurazione perversa: la gioia della maternità non è più quella di donare la vita ma solo quella di avere un figlio ideale. “ (Massimo Recalcati)
Mi viene il dubbio che sia più comodo per il narcisismo dell’uomo di conoscenza FONDARE ed ESIBIRE le proprie teorie su malati, delinquenti o perversi e lasciare intoccato e coperto come da un velo di indifferenza il comportamento di un uomo normale e in posizione di potere che si fonda esattamente sulla stessa VOLONTA’ NARCISISTICA (anche se a livelli più evoluti, non ha ucciso nessuno!) di avere dei FIGLI e un’ UMANITA’ ideali.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: